Anticamente nota come Phoenicusa (terra ricca di felci), con i suoi 9,7 km² di superficie è la seconda isola più a occidente dell’arcipelago ed è situata a 24 miglia marine a ovest di Lipari.

Il paesaggio di Filicudi è contrassegnato dalla presenza di ben otto vulcani spenti da molto tempo e di un numero molto alto di palme nane. Il turismo di Filicudi, che nel periodo estivo si concentra nella zona di Stimpagnato, si è sviluppato a partire dal 1986, anno in cui la luce elettrica fece la sua prima comparsa sull’isola cambiando profondamente le abitudini degli isolani. Filicudi fa parte dell’Unesco in quanto è stata definita patrimonio dell’Umanità.

I principali prodotti agricoli di Filicudi sono i capperi e i fichi. Da non perdere a Filicudi è il romantico tramonto a Stimpagnato con vista sullo scoglio la Canna e su Alicudi.

Le spiagge di Filicudi sono rocciose, ricche si ciottoli e caratterizzate da ampie formazioni laviche per via delle origini vulcaniche dell’isola. La spiagge più belle da visitare a Filicudi sono: quella di Capo Graziano, quella di Porto e quella di Pecorini generalmente formate da ciottoli, ma con tendenza a trasformarsi in spiagge di fine sabbia nera vulcanica come quelle dell’isola di Stromboli.

L’isola di Filicudi si presta agli appassionati di attività come il Diving  (sono presenti due Centri immersioni nell’Isola) e lo Yoga.

Tra le cose da vedere a Filicudi si devono annoverare inoltre:

1. La visita alle Macine di Filicudi (poste davanti all’area archeologica neolitica);

2. La gita all’isolotto di Montenassari, anch’esso di origine vulcanica, che è raggiungibile attraverso;

3. La visita in barca alla canna, uno scoglio alto 74 m sulla cima del quale gli alpinisti hanno posto una madonnina;

4. La visita in barca al Filo di Lorani, una scogliera di origine basaltica sita tra Pecorini e Capo Graziano;

5. La visita allo Scoglio di Giafante (noto per la sua forma che ricorda quella di un elefante);

6. La visita all’area sacrificale di Capo Graziano e al Museo vicino al porto.

Filicudi è inoltre il luogo adatto agli amanti di aperitivi e di cene in riva al mare, il “Saloon” è un posto  frequentatissimo in pieno agosto, dove tutti scendono dalle barche, arrivano dalle altre isole per fare l’aperitivo. Tipico fra i turisti è incontrarsi al saloon, bere una malvasia o sorseggiare un buon vino in riva al mare godendo del colore cangiante del cielo al tramonto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *