Oltre a essere l’unica delle Isole dell’arcipelago delle Eolie ad avere un’attività vulcanica permanente, Stromboli è la più a nord dell’arcipelago. Le eruzioni avvengono di norma ogni ora e il fenomeno è definito appunto” attività stromboliana”.
L’isola è nota all’uomo almeno fin dai tempi in cui i primi navigatori si avventurarono nel Tirreno scorgendone in lontananza il bagliore notturno delle esplosioni e il fascino dello spettacolo, rappresentato dal vulcano in eruzione. Quest’isola ha una superficie di 12,6 Kmq e si eleva con forti pendenze fino a 924 m s.l.m. con il rilievo di Serro dei Vancori.

Fra le cose da non perdere a Stromboli vi è la suggestiva piazza San Vincenzo, dalla quale è possibile scorgere il porto e la spiaggia di Scari con lo Strombolicchio. Dalla piazza inizia il pellegrinaggio verso la cima dello Stromboli che somiglia molto a un paesaggio lunare. Una volta in cima allo Stromboli, vi troverete a strapiombo su Ginostra e nei giorni in cui è sereno potrete vedere a distanza l’Etna, lo Stretto di Messina e parte della costa calabra. Fra le cose da vedere a Stromboli vi è la Chiesa di San Bartolomeo (risalente al 1801), la zona residenziale di Piscità, e la Sciara del Fuoco.

A poche centinaia di metri a nord-est dell’isola di Stromboli si trova Strombolicchio, residuo di un antico camino vulcanico. Da non perdere a Stromboli sono anche le numerose spiagge e calette quali: la spiaggia di Piscità, la spiaggia di Scari, la spiaggia di Punta Lena, la spiaggia Lazzaro, le piscinette di Ginostra e la spiaggia di Ficogrande.

Se vi state chiedendo cosa fare la sera a Stromboli, non perdete i numerosi ristoranti con vista sul vulcano da dove potrete assistere all’incantevole spettacolo del lancio dei lapilli lavici, il Ristorante costruito all’interno dell’ex-osservatorio posto in cima alla zona di Piscità ne è un esempio. La sera non dimenticate a portare con voi una torcia, poiché le strade sono al buio per volere delle attività commerciali che vogliono permettere ai turisti di vedere ogni sera un limpido tappeto di stelle in cielo.

Per attraversare l’Isola di Stromboli fatevi accompagnare dai caratteristici “apini”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *